Regolamento Assemblea dei Delegati

Articolo 1. Oggetto e finalità 

  1. Il presente regolamento disciplina il funzionamento dell’Assemblea dei delegati (di seguito “l’Assemblea”) dell’Associazione “DEMOSFERA” (di seguito “Demosfera”). Le norme in esso contenute hanno carattere regolamentare interno e debbono ritenersi integra- tive delle disposizioni dettate, in proposito, dallo Statuto di Demo- sfera. 
  2. L’Assemblea è l’organo che regola le attività di “DEMOSFERA” eser- citando le funzioni previste dagli artt. 1, comma 2, 7,10, commi 4, 5 e 7, 11 e 13 dello Statuto. 

Articolo 2. Composizione e durata 

  1. L’Assemblea dei delegati (nel seguito “l’Assemblea”) è composta da rappresentanti dei Soci in ragione di uno ogni cinquanta Soci e da due rappresentanti per ciascun Gruppo. I rappresentanti dei Soci sono eletti con le modalità di cui all’articolo 7, comma 2, dello Sta- tuto. I rappresentanti dei Gruppi sono nominati con le modalità di cui alla convenzione stipulata fra ciascun Gruppo e Demosfera. 
  2. L’Assemblea dura in carica due anni a decorrere dalla data dell’elezione.
  1. Le votazioni per l’elezione dell’Assemblea sono indette dal/dalla Presidente dell’Assemblea dei Soci e si svolgono con le modalità fis- sate nel Regolamento di funzionamento dell’Assemblea dei Soci. 
  2. Qualora un componente eletto o un componente rappresentante di un Gruppo venga a cessare per qualsiasi ragione, il/la Presidente ne dà tempestiva comunicazione al/alla Presidente dell’Assemblea dei Soci che provvede alla sostituzione. 
  3. I componenti subentranti a quelli cessati restano in carica per il tempo residuo di durata dell’Assemblea.
  1. Qualora per qualsiasi ragione il numero di componenti in carica risulti inferiore alla metà di quelli fissati al comma 1, l’Assemblea è sciolta e vengono indette nuove elezioni. 

Articolo 3. Compiti 

  1. L’Assemblea svolge i seguenti compiti 

– approva a maggioranza assoluta il proprio regolamento di funzionamento, i regolamenti del Comitato di gestione della Piat- taforma e del Comitato tecnico e il regolamento finanziario. 

– elegge il Comitato di gestione della Piattaforma; 

– nomina il Comitato tecnico; 

– delibera il tipo di Piattaforma da adottare e il relativo programma d’implementazione; 

– approva il Regolamento di utilizzo della Piattaforma; 

– può comminare sanzioni nei confronti del Comitato di ge- stione della Piattaforma e del Comitato tecnico o dei loro com- ponenti; 

– approva il bilancio preventivo, il programma di attività e il bilancio consuntivo; 

– valuta le relazioni periodiche del Comitato di gestione della Piattaforma e del Comitato tecnico; 

– approva le modifiche di Statuto; 

– in caso di scioglimento di Demosfera nomina uno o più liquidatori; 

– può deliberare il trasferimento della sede legale. 

Articolo 4. Presidente 

  1. Entro cinque giorni dall’elezione dell’Assemblea, il/la Presidente uscente convoca l’Assemblea per l’elezione del/della nuovo/a Presidente dell’Assemblea dei delegati (nel seguito “il/la Presidente”) e invita i componenti dell’Assemblea a presentare coppie di candi- dature per la presidenza di genere diverso. I/le candidati/e devono essere Soci di Demosfera. Ciascuna coppia di candidature deve essere sostenuta da almeno due componenti diversi dai/dalle candi- dati/e. Le candidature devono essere presentate almeno ventiquat- tro ore prima della data fissata per l’Assemblea. 
  2. Formata la lista delle candidature in ordine alfabetico, nell’ora stabilita per l’Assemblea sono aperte le votazioni, che si svolgono con il metodo Schulze, graduando l’ordine di preferenza fino a tre can- didature per ciascun genere. Qualora l’Assemblea si svolga in via telematica, le votazioni restano aperte per tre giorni. 
  3. Concluse le votazioni, il/la Presidente uscente forma la graduatoria secondo il metodo Schulze, applicando i coefficienti 3, 2 ed 1 rispettivamente alla prima, alla seconda ed alla terza preferenza espressa in ciascun voto, e zero alle candidature non votate, e proclama eletti il/la primo/a candidato/a di ciascun genere. 
  4. Il primo/a eletto/a con il punteggio maggiore dura in carica per un anno, allo scadere dei quale gli/le subentra nella carica l’altro/a candidato/a. A parità di punteggio prevale il/la candidato/a più gio- vane d’età, 

Articolo 5. Convocazione, modalità di svolgimento delle riunioni e verbali 

  1. L’Assemblea è convocata dal/dalla Presidente. In caso di assenza o impedimento del/della Presidente a fronte di una delle scadenze di cui al successivo comma 9, o di una richiesta di convocazione da parte di un quarto dei componenti in carica, o di una situazione che comunque renda necessaria una convocazione, l’Assemblea viene convocata dal Rappresentante legale dell’Associazione in carica. In caso di assenza o impedimento del/della Presidente ad Assemblea convocata, l’Assemblea nomina un/una presidente di seduta. 
  2. Il/la Presidente nomina in ciascuna riunione un segretario e, quando occorra, due o più scrutatori. I lavori dell’Assemblea sono diretti dal/dalla Presidente il/la quale illustra l’ordine del giorno, concede la facoltà di parola, indice le votazioni e ne proclama i risultati. 
  3. L’Assemblea è convocata mediante messaggio di posta elettronica inviato a ciascun componente almeno quindici giorni prima della data di riunione. La convocazione, pubblicata anche nella Piattaforma, reca oltre il luogo, il giorno e l’ora della riunione, l’ordine del giorno. Nei casi d’urgenza, da sottoporsi a ratifica dell’Assemblea, la convocazione può avvenire mediante comunicazione effettuata con le medesime modalità da inviarsi entro i tre giorni precedenti. 
  4. Ciascun punto all’ordine del giorno è corredato da note esplicative e dai documenti sottoposti a discussione e votazione.
  5. L’Assemblea può svolgersi anche in forma telematica o mista, purché ciascun partecipante sia identificabile.
  6. L’Assemblea è valida se, al momento delle votazioni, sono presenti la maggioranza dei componenti in carica. Qualora venga constatata la mancanza del numero legale, il Presidente rinvia le votazioni al giorno successivo. In caso di rinvio l’Assemblea è valida qualunque sia il numero dei partecipanti. 
  7. Le decisioni dell’Assemblea sono adottate a maggioranza dei votanti salvo che lo Statuto non preveda una maggioranza qualificata.
  1. Le votazioni sono palesi. 
  2. L’Assemblea è convocata almeno due volte l’anno: entro il 31 maggio per l’approvazione del bilancio consuntivo dell’anno precedente ed entro il 31 dicembre per l’approvazione del bilancio preventivo e del programma d’attività dell’anno successivo. L’Assemblea è altresì convocata su richiesta motivata di almeno un quarto dei componenti in carica. In tal caso l’ordine del giorno è quello indicato nella richiesta di convocazione e la convocazione deve essere effettuata entro 3 giorni dalla richiesta. 
  3. L’Assemblea si esprime con deliberazioni motivate sulle relazioni periodiche dal Comitato di gestione della Piattaforma e del Comitato tecnico, entro un mese dalla presentazione di ciascuna relazione. 
  4. I verbali delle riunioni dell’Assemblea, approvati dal/dalla Presidente e dal/dalla segretario/a, sono pubblicati in apposita sezione della Piattaforma. 

Articolo 6. Elezione del Comitato di gestione della Piattaforma 

  1. Il Comitato di gestione della Piattaforma è eletto con le modalità di cui all’articolo 8, comma 1, dello Statuto.
  1. Entro cinque giorni dalla sua elezione, il/la Presidente invita i com- ponenti dell’Assemblea a presentare sulla Piattaforma candidature per il Comitato di gestione della Piattaforma e/o a sostenere candi- dature presentate, dando un termine di venti giorni. Le candidature sono corredate da un profilo e dalle motivazioni della candidata o del candidato che devono essere Soci di Demosfera. Contestualmente, il/la Presidente invita ciascun Gruppo a indicare due candi- dati di genere diverso entro il medesimo termine di venti giorni. 
  2. Decorso il termine di cui al comma 2, il/la Presidente compila entro tre giorni una lista formata dalle candidature che abbiano raccolto il consenso di almeno cinque componenti e dalle candidature presentate dai Gruppi, ordinate in ordine alfabetico, la pubblica e indice le elezioni sulla Piattaforma, fissando un termine per le vota- zioni non inferiore a tre giorni e non superiore a cinque giorni. 
  3. Ciascun componente dell’Assemblea può esprimere una preferenza. Il voto è segreto.
  4. Scaduto il termine per le votazioni, il/la Presidente dispone i candi- dati che abbiano ottenuto almeno una preferenza in una lista in or- dine decrescente di preferenze ricevute. A parità di preferenze pre- vale il candidato più giovane d’età. Il/la Presidente proclama eletti i primi candidati della lista fino alla concorrenza dei sette posti di- sponibili nel rispetto della parità di genere. Nessun genere può superare il numero di quattro. Qualora non vi siano candidati di un genere sufficienti a coprire i posti disponibili, vengono indette nuove votazioni limitando le candidature ai candidati di quel genere che non abbiano ottenuto preferenze.
  5. Espletate le operazioni di scrutinio entro le ventiquattro ore suc- cessiva alla scadenza per le votazioni, l’elenco degli eletti è imme- diatamente pubblicato nella Piattaforma unitamente alla lista dei candidati con le preferenze ricevute. 
  6. Qualora un componente eletto venga a cessare per qualsiasi ragione, gli subentra il primo dei non eletti dello stesso genere.
  1. I componenti subentranti a quelli cessati restano in carica per il tempo residuo di durata del Comitato di gestione della Piattaforma. 

Articolo 7. Elezione del Comitato tecnico 

  1. Ricevuta dal Comitato di gestione della Piattaforma la proposta di composizione del Comitato tecnico, il/la Presidente la trasmette ai componenti dell’Assemblea, anche con l’utilizzo della Piattaforma, fissando un termine di dieci giorni per formulare commenti. 
  2. Decorso il termine di cui al comma 1, il/la Presidente può: 

– formulare al Comitato di gestione della Piattaforma eventuali os- servazioni, fissando un termine di dieci giorni per le controde- duzioni; 

– sottoporre al voto dell’Assemblea la proposta del Comitato di ge-stione. 

  1. Tenuto conto delle eventuali controdeduzioni del Comitato di ge- stione, il/la Presidente sottopone al voto dell’Assemblea la proposta eventualmente modificata. 
  2. Qualora la proposta di composizione del Comitato tecnico non fosse approvata dall’Assemblea, il/la Presidente promuove un incontro con il Coordinatore o la Coordinatrice del Comitato di gestione della Piattaforma per concordare una nuova proposta che, con il consenso del Comitato di gestione della Piattaforma, viene sottoposta a un nuovo voto dell’Assemblea.
  1. Il Comitato tecnico scaduto resta in carica fino a quando la nuova composizione non sia approvata dall’Assemblea.

Articolo 8. Approvazione regolamenti 

  1. Nella sua prima riunione l’Assemblea nomina una commissione in- caricata di redigere le bozze dei regolamenti di funzionamento degli organi. 
  2. La sede per l’elaborazione collaborativa e approvazione del regola- mento di funzionamento dell’Assemblea dei delegati, del Comitato di gestione della Piattaforma e del Comitato tecnico è la parte privata dello spazio dell’Assemblea dei delegati della Piattaforma. 
  3. Per ciascuna bozza di regolamento ricevuta dalla commissione di cui al comma 1 il Presidente invita tutti i componenti dell’Assemblea ad inviare proposte di modifiche e integrazioni alla bozza, fissando un termine compreso fra tre e sette giorni. 
  4. Scaduto il termine di cui al comma 3, nei successivi tre giorni, te- nendo conto delle proposte pervenute, la commissione di cui al comma 1 redige una nuova bozza di regolamento inviandola al Pre- sidente che la pubblica nello spazio dell’Assemblea dei delegati e assegna un termine compreso tra tre e sette giorni per la presentazione di emendamenti che i componenti dell’Assemblea pubblicano nello stesso spazio. 
  5. Scaduto il termine di cui al comma 4, il Presidente fissa un termine compreso tra due e cinque giorni per la presentazione di subemen- damenti agli emendamenti presentati. 
  6. Entro i successivi due giorni i presentatori di emendamenti possono comunicare al Presidente l’eventuale accoglimento dei subemenda- menti presentati. In caso di accoglimento, gli emendamenti sono conseguentemente modificati. 
  7. Il Presidente sottopone al voto dell’Assemblea tramite Piattaforma i subemendamenti e gli emendamenti presentati, seguendo, per quanto compatibile, la procedura parlamentare. Il Presidente fissa i termini di chiusura di ciascuna votazione. Risultano approvati i sub-emendamenti e gli emendamenti che abbiano ottenuto il voto favorevole della maggioranza dei votanti. 
  8. Chiusa la fase delle votazioni, la commissione di cui al comma 1 re- dige entro tre giorni il nuovo testo della bozza di Regolamento incorporandovi gli emendamenti approvati e la invia al Presidente che la pubblica nello spazio dell’Assemblea dei delegati e fissa un termine compreso tra cinque e dieci giorni per l’approvazione del documento mediante votazione sulla Piattaforma.
  1. In qualunque fase della procedura di elaborazione e approvazione dei regolamenti, il Presidente può decidere di sospendere la proce- dura e di convocare l’Assemblea da svolgere anche in forma telematica. L’Assemblea può limitarsi a svolgere un dibattito sull’iniziativa in corso o può diventare la sede dove espletare alcune fasi della procedura di elaborazione e approvazione del Regolamento. 
  2. La prima bozza del regolamento finanziario è redatta dal tesoriere entro quindici giorni dalla sua nomina e approvata dal Comitato di gestione della Piattaforma. 
  3. L’iter d’approvazione del regolamento finanziario è lo stesso di quello stabilito dai commi da 2 a 10, dove la commissione di cui al comma 1 è sostituita da una commissione composta dal tesoriere, dal/dalla Presidente e dal Coordinatore o dalla Coordinatrice del Comitato di gestione della Piattaforma. 
  4. I regolamenti sono approvati a maggioranza assoluta. 
  5. L’iniziativa per la modifica dei regolamenti è una facoltà di tutti i componenti dell’Assemblea e del Comitato di gestione della Piattaforma. Le proposte di modifica devono essere sottoscritte da almeno cinque componenti. 
  6. L’iter d’approvazione delle modifiche è lo stesso dell’approvazione dei regolamenti.

Articolo 9. Deliberazioni relative alla Piattaforma 

  1. L’Assemblea delibera, su proposta del Comitato di gestione della Piattaforma, il tipo di Piattaforma da adottare e il relativo pro- gramma d’implementazione. La proposta del Comitato di gestione è messa in votazione sulla Piattaforma. Il voto è espresso entro cinque giorni dalla pubblicazione della proposta. 
  2. La tipologia di utenti per i quali l’uso della piattaforma può essere autorizzato è definito nel regolamento di utilizzo della Piattaforma. 

Articolo 10. Procedimenti a carico del Comitato di gestione della Piattaforma 

  1. L’Assemblea può avviare, di propria iniziativa o su segnalazione dei Soci, procedimenti intesi allo scioglimento del Comitato di gestione della Piattaforma o alla rimozione di uno o più componenti del Comitato stesso per gravi o reiterate violazioni dei regolamenti, dello Statuto o dei principi fondamentali della Carta dei valori.
  1. Le segnalazioni devono pervenire in forma scritta al/la Presidente al seguente indirizzo di posta elettronica: delegati@demosfera.it e devono essere circostanziate e documentate. Entro due giorni dal ricevimento, il/la Presidente nomina un relatore fra i componenti dell’Assemblea cui affida la segnalazione. 
  2. Entro tre giorni dal ricevimento dell’incarico, il relatore, d’intesa con il/la Presidente, può:
  3. proporre all’Assemblea il rigetto dell’istanza per manifesta infondatezza;
  4. chiedere a chi ha presentato la segnalazione chiarimenti e/o ulteriore documentazione;
  5. avviare il procedimento. 
  6. Qualora chi ha presentato la segnalazione non risponde entro cinque giorni alla richiesta di chiarimenti e/o documentazione, s’intende che vi abbia rinunciato. 
  7. L’avvio del procedimento consiste nella contestazione scritta me- diante posta elettronica inviata dal relatore al Comitato di gestione o ai componenti nei cui confronti il procedimento è avviato, contenente l’invito a contro dedurre per iscritto. 
  8. La mancata presentazione delle contro deduzioni entro sette giorni dall’invio della contestazione viene intesa come rinuncia alle controdeduzioni stesse. 
  9. Conclusa la fase istruttoria, il relatore, d’intesa con il/la Presidente, propone all’Assemblea di deliberare o il non luogo a procedere o lo scioglimento del Comitato di gestione o la rimozione dei componenti interessati dal procedimento, formulando una proposta scritta adeguatamente argomentata. 
  10. La proposta di scioglimento o di rimozione è approvata a maggioranza assoluta con voto palese.
  11. In caso di scioglimento del Comitato di gestione della Piattaforma, il/la Presidente avvia entro tre giorni la procedura per la rielezione dell’organo. 

Articolo 11. Procedimenti a carico del Comitato Tecnico 

  1. L’Assemblea può avviare, di propria iniziativa, su iniziatica del Co- mitato di gestione della Piattaforma o su segnalazione dei Soci, pro- cedimenti intesi allo scioglimento del Comitato tecnico o alla rimozione di uno o più componenti del Comitato stesso per gravi o reiterate violazioni dei regolamenti, dello Statuto o dei principi fon- damentali della Carta dei valori.
  2. Le segnalazioni devono pervenire in forma scritta al/la Presidente al seguente indirizzo di posta elettronica: delegati@demosfera.it e devono essere circostanziate e documentate. Entro due giorni dal ricevimento, il/la Presidente nomina un relatore fra i componenti dell’Assemblea cui affida la segnalazione. 
  3. Entro tre giorni dal ricevimento dell’incarico, il relatore, d’intesa con il/la Presidente, può:
  4. proporre all’Assemblea il rigetto dell’istanza per manifesta infondatezza;
  5. chiedere a chi ha presentato la segnalazione chiarimenti e/o ulteriore documentazione;
  6. avviare il procedimento. 
  7. Qualora chi ha presentato la segnalazione non risponde entro cinque giorni alla richiesta di chiarimenti e/o documentazione, s’intende che vi abbia rinunciato. 
  8. L’avvio del procedimento consiste nella contestazione scritta me- diante posta elettronica inviata dal relatore al Comitato tecnico o ai componenti nei cui confronti il procedimento è avviato, contenente l’invito a contro dedurre per iscritto. 
  9. La mancata presentazione delle contro deduzioni entro sette giorni dall’invio della contestazione viene intesa come rinuncia alle con- trodeduzioni stesse. 
  10. Conclusa la fase istruttoria, il relatore, d’intesa con il/la Presidente, propone all’Assemblea di deliberare o il non luogo a procedere o lo scioglimento del Comitato tecnico o la rimozione dei componenti in- teressati dal procedimento, formulando una proposta scritta ade- guatamente argomentata. 
  11. La proposta di scioglimento o di rimozione è approvata a maggioranza assoluta con voto palese.
  1. In caso di scioglimento del Comitato tecnico o di rimozione di uno o più componenti, il/la Presidente invita il Comitato di gestione della Piattaforma a formulare una nuova proposta onde procedere senza indugio all’elezione del nuovo Comitato tecnico o dei componenti rimossi. 

Articolo 12. Ricorsi avverso le sanzioni comminate dal Comitato di gestione della Piattaforma 

  1. Qualora pervenga all’Assemblea un ricorso avverso a una sanzione comminata dal Comitato di gestione della Piattaforma da parte di un utente o di un Gruppo, entro due giorni dal ricevimento del ricorso il/la Presidente nomina un relatore fra i componenti dell’Assemblea cui affida l’esame istruttorio del ricorso. 
  2. Entro sette giorni dal ricevimento dell’incarico, il relatore può chiedere a chi ha presentato il ricorso e/o al Comitato di gestione della Piattaforma chiarimenti e/o ulteriore documentazione, fissando un termine per la trasmissione non inferiore a sette giorni. Qualora lo ritenga necessario ai fini dell’istruttoria, il relatore può organizzare un incontro con il ricorrente e/o con il Coordinatore o la Coordina- trice del Comitato di gestione della Piattaforma. 
  3. Conclusa la fase istruttoria, entro trenta giorni dal ricevimento dell’incarico il relatore, d’intesa con il/la Presidente, propone all’Assemblea di deliberare il rigetto o l’accoglimento del ricorso, corredando la proposta con una relazione scritta adeguatamente ar- gomentata. 
  4. Il/la Presidente pubblica senza indugio sulla Piattaforma la proposta del relatore e indice la votazione fissando un termine di cinque giorni. La votazione è palese. 
  5. Constatato l’esito della votazione, il/la Presidente comunica imme- diatamente per iscritto agli interessati l’accoglimento o il rigetto del ricorso. 

Articolo 13. Norme transitorie 

  1. A termini dell’art. 12, comma 1 dello Statuto la persona indicata nell’Atto costitutivo di Demosfera convoca l’Assemblea dei delegati provvisoria per l’elezione del/della Presidente. 
  2. Il/la Presidente è eletto/a per consenso o, in mancanza, mediante votazione sulle candidature che ciascun componente dell’Assemblea può presentare. Ciascun componente può esprimere una preferenza. Risulta eletto/a il candidato o la candidata che ha raccolto la mag- gioranza dei voti. In mancanza, si procede al ballottaggio fra i due candidati che hanno raccolto il maggior numero di preferenze. A pa- rità di voti, prevale il/la candidato/a più giovane d’età. 
  3. Qualora un componente del Comitato di gestione della Piattaforma nominato nell’Atto costitutivo venga a cessare per qualsiasi ragione, il/la Presidente propone all’Assemblea la nomina di un nuovo componente dello stesso genere di quello cessato. L’Assemblea de- libera a maggioranza assoluta.

Bertornato!

Login to your account below

Crea nuovo Account!

Compila le informazioni per registrarti

*Registrandoti in questo sito accetti le condizioni denerali e il documento della PrivacyPrivacy Policy.

Recupera la password

Inserisci la username o la tu E-Mail per resettare la password.